Contatti

Seguici su

©2019 MarketingKey  P.IVA 01908090499

  • Apps-Facebook-icon
  • Instagram

Piano editoriale

NON BASTA ESSERCI, DEVI FARTI NOTARE

Il piano editoriale è un importante strumento di marketing che, se opportunamente pianificato, aiuta le aziende ad acquisire visibilità su internet e raggiungere i propri obiettivi di business.

CONTENUTI DIGITALI

PRESENZA

PIANIFICAZIONE

CONTENT

 MARKETING

DIFFERENZA

Il piano editoriale è il documento che raccoglie le informazioni sulla pianificazione di contenuti online. Fa parte quindi dell'insieme di strategie volte al raggiungimento di un obbiettivo o di un target specifico, misurabile sia a livello quantitativo che a livello qualitativo.

 

Il piano editoriale essendo una pianificazione, consente di avere una panoramica più ampia su tutti i canali di comunicazione che è possibile utilizzare per la propria strategia di marketing: una pagina Facebook, un profilo Instagram o di Pinterest, una pagina aziendale LinkedIn, ma anche i canali offline, il tutto inserito in uno schema ordinato e pianificato.

Per realizzare contenuti, in primis serve sapere a chi indirizzarli. Gli utenti non sono tutti uguali e individuarli soltanto con criteri demografici e socio-economici non basta. Per questo il concetto di pubblico si è evoluto, passando da TARGET a BUYER PERSONAS. Tu sai chi sono le tue Buyer Personas? 

Soltanto dopo aver stabilito il tuo obiettivo e chi è il tuo target, costruendo la tua Buyer Personas potrai preparagli un’imboscata.

 

Il tuo cliente tipo è un millennial che ascolta musica trap? Instagram, forse, fa al caso tuo. Oppure è il responsabile acquisti di un’azienda B2B? Allora Linkedin è il canale ideale.

Aspetta. Prima di pubblicare qualsiasi cosa chiediti sempre: cosa do alle persone? Non darlo mai per scontato! Un contenuto può servire ad informare, educare, ispirare e convincere. E’ la base del Content Marketing. Devi essere chiaro e trasparente. Solo così riuscirai a raggiungere il tuo target.

Calendario editoriale vincente

#1 Non perdere mai date importanti

Per il tuo brand è importante celebrare il #NationalPizzaDay? O magari l’uscita della nuova stagione del Trono di Spade? Molto probabilmente no, ma di certo queste occasioni possono rappresentare un valido modo per ravvivare i tuoi contenuti e saltare sull’onda di trend popolari di cui in tanti parleranno.

Un calendario dei contenuti per i social media può aiutarti a tenere traccia di tutte le tue ricorrenze social (senza dimenticare ovviamente le festività più “tradizionali”, come San Valentino, Halloween, Capodanno e così via). Si tratta di una strategia efficace per non perdere opportunità preziose: accrescere la visibilità del tuo brand e massimizzare l’engagement dei follower in occasione di eventi speciali.

#2 Mantieni una programmazione costante

Condividere contenuti in maniera costante è uno dei modi migliori per accrescere (e mantenere) il numero di follower, non solo su Instagram ma su tutte le piattaforme di social media. E soprattutto per suscitare engagement da parte della tua audience.

È improbabile che nuovi utenti decidano di iscriversi al tuo feed se l’ultimo post pubblicato risale a tre mesi fa. Una strategia di pubblicazione costante dimostra ai follower che dedichi la giusta attenzione al tuo profilo, e che la decisione di seguirti non sarà tempo sprecato.

Ma non è tutto: una strategia di condivisione costante significa che gli utenti si abitueranno a interagire con i contenuti regolarmente, contribuendo a coltivare relazioni durature che avranno più possibilità di tradursi poi in vendite.

Il calendario editoriale ti aiuterà, inoltre, ad adottare una strategia di pubblicazione coerente su tutte le piattaforme, permettendoti di pianificare e programmare i post con il giusto anticipo. Non rischierai così di trascurare la tua pagina Facebook per settimane intere, per poi ridurti a pubblicare 10 post in un solo giorno nel tentativo di recuperare. Meglio, no?

#3 Risparmia tempo

Magari ti starai chiedendo: “Ma la stesura di un calendario dettagliato per tutti i post sui social non aggiunge solo lavoro inutile?”. Indovina? Non solo la risposta è no, ma è proprio vero il contrario.

Se sai già quali contenuti pubblicare, puoi affidarti a strumenti di programmazione dedicati per pianificare i post in anticipo. In questo modo non dovrai più tenere lo sguardo fisso sull’orologio e preoccuparti quando sarai in ferie o troppo preso con altro.

#4 Pianifica con cura le risorse che ti servono

La produzione di contenuti efficaci è spesso frutto dell’apporto di copywriter, designer e anche video editor. Si tratta perciò di un’attività collaborativa che può richiedere del tempo se si persegue un risultato di qualità.

Generalmente è meglio dedicare alla creazione dei contenuti il tempo che merita. Pianificare le attività con anticipo consente di non mettere oltremodo alla prova i membri del team e le risorse aziendali, massimizzando al tempo stesso le probabilità di ottenere risultati di qualità.

Anche procrastinare ha un prezzo.

#5 Adatta i contenuti alla piattaforma di pubblicazione

Uno dei peccati più gravi nel social media management consiste nel condividere un messaggio identico su più piattaforme. Ogni social ha un suo “codice comunicativo” che si distingue da quello degli altri social: anche se la comunicazione del brand deve essere coerente ovunque, dovrebbe essere declinata sulle diverse piattaforme tenendo conto di queste peculiarità.

Utilizzando il calendario editoriale potrai redigere in anticipo le varie caption destinate a ciascuna piattaforma, partendo dall’originale, senza rischiare di ripeterti o di risultare monotono. Il calendario non è solo uno strumento di planning: è un archivio che conserva tutti i post precedentemente condivisi e sarà il primo a farti notare che hai usato la parola “praticamente” un po’ troppe volte o che quel video col simpatico cagnolino è stato già pubblicato la settimana precedente.

#6 Identifica ciò che funziona di più

Tenere traccia dei post precedenti facilita anche la misurazione dei risultati. Il tempo che non verrà sprecato a mettere freneticamente insieme i post dell’ultima ora potrà essere dedicato a ottimizzare la performance.

Prova a mettere a confronto la tua programmazione con i dati in tuo possesso per individuare possibili trend. Magari i contenuti condivisi il giovedì ottengono un’attenzione maggiore oppure i tuoi follower su Facebook tendono ad apprezzare particolarmente video da 15 secondi, mentre ai follower di Instagram potrebbe piacere un post al giorno, mentre i contatti di LinkedIn potrebbero preferirne quattro.

Una volta individuate queste informazioni, potrai continuare a testare e ottimizzare fino a elaborare la strategia di programmazione più adatta al tuo brand.

Richiedi il tuo preventivo gratuito!

Compila il form 

arrow&v