Contatti

Seguici su

©2019 MarketingKey  P.IVA 01908090499

  • Apps-Facebook-icon
  • Instagram

Come possono i colori influenzare le persone?


Il colore è un elemento fondamentale nella strategia di marketing in quanto ha un forte impatto psicologico sul comportamento e le decisioni delle persone perché richiama delle sensazioni nel cervello che fanno mutare le percezioni dell’utente.



"Il colore può spesso essere l’unica ragione per cui qualcuno acquista un prodotto"


L’importanza dei colori nei brand


La percezione che abbiamo dei colori dipende dalla cultura in cui viviamo, mentre le sensazioni che questi suscitano in noi dipendono in maggior parte dalle nostre singole esperienze. Non è infatti corretto dire che ad ogni colore corrisponde una specifica sensazione.


Un altro fattore importante da tenere in considerazione è il contesto. Infatti, se ad esempio utilizziamo il colore rosa per tinteggiare una palestra di pugilato difficilmente trasmetteremo una sensazione di carica ed energia, ma se invece lo usiamo per dipingere le pareti di un salone di bellezza la sensazione femminile che vogliamo trasmettere sarà sicuramente più appropriata al contesto.


Lo stesso colore può quindi essere “giusto” o “sbagliato” a seconda del contesto in cui si trova, stimolando sensazioni diverse per ogni occasione.

Nello studio “Impatto dei colori nel Marketing”, i ricercatori hanno scoperto che circa il 90% delle opinioni che sviluppiamo su un prodotto la prima volta che lo vediamo sono basate solo sul colore.


È importante ovviamente che il colore rispecchi le sensazioni che le persone associano a quel contesto e a quel brand, altrimenti avremo un effetto di incoerenza, quindi negativo.

Usare un colore che esalti le qualità del brand è fondamentale per definire la sua identità, sempre tenendo a mente il contesto ed il mercato in cui ci troviamo.


La capacità di differenziarsi


La riconoscibilità è uno degli aspetti più importanti quando si parla di un brand.

In questa situazione il colore ci viene molto in aiuto, poiché contribuisce a creare un’identità unica e differente rispetto a quella dei competitors.


La ricerca “Color Research & Application” ha dimostrato quanto è fondamentale, per i nuovi brand, puntare su colori diversi rispetto a quelli usati dalla concorrenza, in questo modo  segnano una netta differenza dai competitors.


Gli aspetti che quindi dobbiamo tenere in considerazione al momento della scelta del colore da usare per il nostro nuovo sito o logo che sia, sono il contesto, il colore usato dai concorrenti e le associazioni mentali più frequenti.


Colori per uomini e Colori per donne


Un altro elemento da tenere in considerazione quando si deve scegliere un colore piuttosto che un altro è il sesso del pubblico a cui sarà rivolto.


Ci sono svariati studi che hanno dimostrato come maschi e femmine abbiano diverse preferenze di colore. Uno dei più completi è “Associazione dei colori di Joe Hallock", che riporta questi risultati:

- In entrambi i sessi il colore preferito è il blu (anche se la preferenza è notevolmente maggiore nei maschi) e ciò può essere dovuto al fatto che il blu è il colore del mare, del cielo, dell’autorità e della verità, ed è quindi preferito al di là del genere e dell’età.

- La differenza maggiore invece si ha nel viola, che si presenta come uno dei colori meno favoriti dagli uomini ma che invece piace molto alle donne.


Le donne e gli uomini inoltre sono diversi anche per quanto riguarda la tonalità e la brillantezza dei colori, infatti il sesso maschile preferisce colori più brillanti e dalle tonalità più scure, mentre il sesso femminile preferisce colori più tenui e con tonalità più chiare.


Infine, a dimostrazione del luogo comune che gli uomini hanno un pensiero più semplice rispetto quello delle donne che invece è più complesso, ci sono differenze anche in base al nome che viene associato ai colori.


Mentre infatti gli uomini raggruppano diversi colori in grandi macrocategorie, per esempio verde, blu, rosso, giallo, le donne usano nomi diversi in base alla differenza di tonalità.


L’importanza dei nomi nei colori


Molti studi dimostrano che i nomi di fantasia sono molto più apprezzati rispetto ai nomi propri dei colori. Ecco spiegato il perchè dire "color cammello'' risulta preferito rispetto a dire "color marrone sbiadito".

Il motivo principale per cui si danno nomi di fantasia ai colori è che ciò li rende maggiormente riconoscibili e gli conferisce anche maggiore appeal: il colore “living coral” (colore dell'anno 2019) farebbe lo stesso effetto se fosse chiamato “rosa salmone”? Ecco, appunto.





Nel marketing questo principio si applica in molti settori: nella moda per esempio, scegliere il nome del colore più “giusto” si traduce in un incremento delle vendite, oppure nel settore alimentare usare un nome "succulento" invoglia l'acquisto di un determinato prodotto.


Come spingere qualcuno a compiere un azione attraverso il colore


La CTA (Call to Action) è un elemento indispensabile per aumentare il tasso di conversione e invitare i clienti ad acquistare un prodotto o a compiere una determinata azione.

In molti casi la CTA si presenta sotto forma di tasti e bottoni, i quali devono però essere in grado di attirare l'attenzione.

La scelta del colore di questa chiamata all'azione può seguire diverse strategie, tuttavia è bene ricordare un aspetto fondamentale: il tasto deve risaltare rispetto a tutto il resto, quindi il colore deve contrastare con lo sfondo.




A questo punto, per scegliere la tonalità precisa si può decidere di adottare la stessa tinta del logo dell’azienda, soprattutto se questo è a colori, oppure adattare volta per volta il colore della CTA al messaggio promozionale. Di certo questo è un lavoro più impegnativo, ma può portare a un tasso di conversione notevolmente elevato. Il colore della CTA, infatti, può essere scelto in base alla stagione o sulla base della coerenza rispetto al prodotto da vendere (ad esempio colori caldi per i prodotti alimentari di panetteria).

Insomma, esiste un colore preciso da scegliere per le call to action? La risposta è no, l'importante è che sia messo in risalto rispetto al resto.


La psicologia dei colori e il loro significato


Come affermato in precedenza, la percezione dei colori è molto legata alle nostre esperienze individuali, alla cultura e al contesto in cui siamo inseriti. Ciò significa, quindi, che non esistono dei significati universali che vanno bene per tutti i colori.


Tuttavia ci sono delle linee guida generali che si possono seguire:


Rosso: colore della passione e del pericolo. É spesso associato alle vendite promozionali in quanto crea sensazioni immediate, non a caso il rosso è anche uno dei colori indicati per le CTA e per gli elementi da mettere in evidenza. Il rosso è anche molto usato per le sensazioni fisiche che fa provare, infatti aumenta la pressione arteriosa e l’energia. I brand che lo usano simboleggiano forza, vitalità e leadership e molto spesso vogliono differenziarsi dalla concorrenza. Incoraggia l’appetito, quindi è spesso utilizzato da catene di fast food.


Blu: il colore preferito dagli uomini. Trasmette un senso di sicurezza, fiducia, calma e sincerità. É infatti molto utilizzato da banche e aziende che vogliono dare una visione di sé rassicurante. Il blu è un colore che evoca anche relax e comodità ricordando il colore del mare e del cielo, ed è quindi usato in luoghi dedicati a benessere o salute o anche in zone dove la permanenza deve essere alta. Bisogna però ricordarsi che il blu chiaro ha un’accezione più fresca e stimola la tranquillità, mentre il blu scuro esalta l’affidabilità e la forza. Il colore più comune utilizzato da marchi conservatori che cercano di promuovere la fiducia nei loro prodotti.


Giallo: richiama la felicità, l’ottimismo ma anche l’ansia. Viene usato spesso per attirare l’attenzione nelle vetrine o per segnalare il pericolo, anche se non come il rosso. I brand che lo usano vogliono incarnare ottimismo e dinamicità, e se viene associato al nero crea anche un’aria di importanza e serietà.


Arancione: trasmette entusiasmo, dinamismo e amicizia. L’arancione è un colore giovane e positivo, ideale per le call to action e per invitare all’acquisto. Anch'esso stimola energia, ma senza aggressività, il che lo rende più divertente a differenza del rosso. I brand che lo usano sono giovanili, energici e trasmettono un messaggio generalmente fresco e moderno.


Verde: è associato alla natura e quindi alla salute, alla sicurezza e alla prosperità. Il verde stimola l’attenzione, quindi è spesso usato nei luoghi di lavoro. I brand che usano questo colore sono per la maggior parte eco-friendly, ma viene usato anche da aziende tecnologiche che vogliono trasmettere stabilità. Il verde stimola l’armonia nel nostro cervello e incoraggia un equilibrio che porta alla decisione.


Viola: comunemente associato alla regalità, alla saggezza e al rispetto. Stimola la soluzione dei problemi, così come la creatività. Frequentemente utilizzato per promuovere la bellezza e i prodotti anti-età.


Nero: è il colore dell’eleganza, del lusso e dell’autorità. Viene usato per esprimere concretezza e qualità, infatti è associato principalmente a brand di lusso, anche se sempre più aziende tecnologiche e di consulenza lo utilizzano per simboleggiare serietà. E’ associato all’autorità, al potere, alla stabilità e alla forza. Spesso è un simbolo di intelligenza, ma può diventare travolgente se usato frequentemente.


Grigio: Simboleggia sentimenti di praticità, la vecchiaia e la solidarietà. Ma troppo grigio può portare a un senso di vuoto e depressione.


Bianco: E’ associato a sentimenti di purezza, alla pulizia e alla sicurezza. Può essere usato per proiettare l’assenza di colore o di neutralità. Lo spazio bianco aiuta la scintilla della creatività, poiché può essere percepito come un inalterato, stato di pulizia.


Multicolore: ultimamente sono sempre di più i brand che usano un multicolore per il loro visual, basti pensare a Google o ad Ebay. Questa scelta viene collegata anche a quella della bandiera della pace e rappresenta inclusività, informalità, apertura e diversità. I brand che la usano vogliono dimostrarsi aperti, multietnici ed inclusivi comunicando un forte messaggio etico oltre che professionale.



12 views